martedì 4 marzo 2014

BAD

I sadici della specie della signorina V. sono esseri così puramente sentimentali, così naturalmente virtuosi, che persino il piacere dei sensi sembra loro qualcosa di malvagio, il privilegio dei cattivi. E quando concedono a se stessi di abbandonarvisi, per un momento [oh-oh-oh], è nella pelle dei cattivi che si sforzano di entrare, così da avere per qualche istante l'illusione d'essere evasi dalla loro anima scrupolosa e tenera, per entrare nel mondo disumano del piacere.

Oh, Marcel, tu sì che mi capisci... SADICA!